Valle del G.S.B. - Restaurant de la Croix Blanche

Vai ai contenuti

Menu principale:

Valle del G.S.B.

La Valle del Gran San Bernardo


Lunga circa 60 km. è dominata dai massicci della Grande Rochère e del Grand Golliaz. E' una delle valli più conosciute e frequentate della storia, sopratutto per la presenza del Colle del Gran San Bernardo, usato già dall'età del bronzo come transito. Nel corso dei secoli, lungo la via del Colle passarono papi, sovrani, imperatori, santi e grandi autorità. Il più famoso e straordinario passaggio, in questi secoli, fu quello di Napoleone e il suo esercito, il 20 maggio del 1800, in discesa dal colle del Gran San Bernardo alla volta di Marengo. Percorsa dal torrente Artavanaz, è una valle ricca di storia, tradizioni, folklore, servita da buone strutture ricettive con alberghi e campeggi invernali.
Da Aosta la strada sale decisa ma agevole al villaggio di  Gignod, poi la valle diventa più larga nei pressi di Entroubles. La strada riprende a salire attraversando il borgo di Saint Oyen per arrivare infine a Saint Rhémy en Bosses. Da qui si hanno due possibilità per arrivare in Svizzera, la prima, quella storica, è la strada panoramica che sale al passo del Gran San Bernardo (aperto solo d'estate), oppure imboccare la strada coperta che arriva al tunnel (a pagamento, aperto tutto l'anno).
Ogni villaggio ha la sua caratteristica e la sua tradizione. Anche in fatto di gastronomia la valle offre gustose specialità: A Gignod il teuteun, a Entroubles l'ottima fontina e il pane nero, a Saint Oyen il prosciutto alla brace, a Saint Rhémy en Bosses il tipico il prosciutto crudo…. Nei numerosi ristoranti è possibile gustare le specialità della valle. Ad Etroubles,  lo storico Restaurant de la Croix Blanche, vi accoglie con la sua calda atmosfera, in un raffinato ambiente rustico tipicamente valdostano. Il ristorante de la Croix Blanche è conosciuto per la sua rinomata cucina e per le oltre 400 etichette di ottimi vini.  Inoltre alla sera, alla Remisa (locale annesso al ristorante) piano bar e discoteca.
Alte montagne e verdissimi prati offrono ai turisti relax e benessere. Nella zona è inoltre possibile effettuare un gran numero di gite ed escursioni. Aosta con la sua antica storia romana è raggiungibile in breve tempo. Anche la Svizzera, grazie al tunnel e al passo, è veramente a portata di "gita giornaliera". Tra le escursioni in Valle è consigliata quella all'Ospizio del Gran San Bernardo. Costruito attorno all'anno 1050, come luogo di ristoro per i pellegrini che transitavano per il Mont Jovis, comprende attualmente un museo e la chiesa.
Da non perdere è l'originale "carnevale", molto festeggiato da tutta la popolazione; in questa occasione i giovani indossano coloratissimi costumi a ricordo delle uniformi dei soldati napoleonici, che nel maggio del 1800 avevano a attraversato il colle del Gran San Bernardo.


In inverno le stazioni sciistiche di Testa e Crevacol offrono piste per tutti. Il comprensorio sciistico di Crevacol (che sovrasta il villaggio di Saint-Rhémy-en-Bosses), si sviluppa da 1640 a 2450 metri di altitudine. 22 chilometri di piste coprono un dislivello totale di 810 metri e sono in grado di soddisfare tutte le esigenze degli sciatori, dai principianti ai più esperti. La località di Flassin è una delle mete preferite dagli appassionati del fondo. Tre anelli, perfettamente battuti sia per l'alternato che per lo skating, si sviluppano su una lunghezza totale di 18 chilometri, con tratti variabili in radura e in splendide foreste di abeti. Un attrezzato "Foyer de fond", con sala sciolinatura, spogliatoi, doccie , servizio di noleggio e bar-tavola calda, completa l'offerta sciistica della stazione.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu